Fran­ce­s­ca Sac­chi

Com­pren­de­re il pro­prio ciclo

Il pri­mo pas­so: Cono­s­ce­re il pro­prio ciclo di vita

Non tut­te le don­ne han­no un ciclo per­fet­to di 28 gior­ni: in real­tà, ques­to di soli­to varia tra i 21 e i 35 gior­ni. Ma flut­tua­zio­ni anco­ra più gran­di non sono rare: stu­di han­no dimostra­to che il 46% di tut­te le don­ne han­no flut­tua­zio­ni cicli­che supe­rio­ri a 7 gior­ni; il 20% di tut­te le don­ne anche supe­rio­ri a 14 gior­ni [1]. Se si han­no flut­tua­zio­ni cicli­che che supera­no i 21 o 35 gior­ni, è con­siglia­bi­le con­sul­t­a­re un gineco­lo­go se si desi­de­ra intra­pren­de­re un per­cor­so di gra­vi­d­an­za.

Il motivo: ci sono solo pochi gior­ni al mese in cui si può rima­ne­re incin­ta. La fines­t­ra tem­po­ra­le per la fecon­da­zio­ne dell’ovocità è di 12–18 ore dopo l’o­vu­la­zio­ne. Quin­di, se si vuo­le ave­re un figlio, vale la pena di regis­tra­re il pro­prio ciclo e cono­s­cer­lo meglio. Olt­re alla pos­si­bi­li­tà di inser­i­re il pro­prio ciclo in un calen­da­rio period­ico, ora ci sono anche varie app che lo ren­do­no pos­si­bi­le.

Ma anche per colo­ro che cono­sco­no in modo chia­ro i gior­ni fer­ti­li, sono sani e fan­no ses­so al momen­to giu­s­to, la pro­ba­bi­li­tà media di gra­vi­d­an­za per ciclo mes­trua­le è solo del 25% [2].
Inolt­re, vari stu­di han­no dimostra­to che la metà di tut­te le cop­pie che desi­de­ra­no ave­re fig­li non cono­s­ce l’ar­co tem­po­ra­le dei gior­ni più fer­ti­li, il che ridu­ce ulte­riormen­te ques­ta pos­si­bi­li­tà [3].

La mag­gi­or par­te del­le don­ne ovu­la cir­ca 12–16 gior­ni pri­ma del­le mes­tru­a­zio­ni. Il peri­odo tra l’o­vu­la­zio­ne e le mes­tru­a­zio­ni è abbast­an­za cos­tan­te per la mag­gi­or par­te del­le don­ne. Le flut­tua­zio­ni del ciclo sono soli­tamen­te dovu­te a una matu­ra­zio­ne ritar­da­ta o acce­le­ra­ta del­le uova, che spes­so posso­no ave­re cau­se psi­co­lo­gi­che: stress sul lavoro o nel­la vita di tut­ti i gior­ni, viag­gi a lun­ga distan­za con cam­bia­men­ti tem­po­ra­li o for­ti flut­tua­zio­ni emo­ti­ve. In defi­ni­ti­va, più si cono­s­ce il ciclo e i segna­li del cor­po, più si può influ­en­z­a­re la pro­ba­bi­li­tà di rima­ne­re incin­ta.

Deter­mi­na­re i gior­ni fer­ti­li

Un meto­do popola­re per deter­mi­na­re il peri­odo fer­ti­le del­la don­na è il cosid­det­to meto­do di misura­zio­ne del­la tem­pe­ra­tu­ra. La don­na misura la tem­pe­ra­tu­ra cor­po­rea con l’aiu­to di un ter­mo­me­tro e la regis­tra. Il risul­ta­to è una cosid­det­ta cur­va basa­le, che può indi­ca­re il momen­to idea­le per il con­ce­pi­men­to. Ques­to tem­po è esat­ta­men­te pri­ma che la tem­pe­ra­tu­ra basa­le aum­en­ti. All’i­ni­zio, ques­to meto­do può richie­de­re uno o più cicli di eser­ci­zio per acqui­si­re fami­lia­ri­tà con la ges­tio­ne e l’in­ter­pre­ta­zio­ne dei valo­ri.

Inolt­re, il vos­tro peri­odo fer­ti­le può esse­re deter­mi­na­to con l’aiu­to di test di ovu­la­zio­ne, che sono ora dis­po­ni­bi­li in super­mer­ca­ti, far­macie e online. L’aum­en­to del­l’or­mo­ne lut­ei­niz­zan­te (LH) nel­le uri­ne vie­ne misura­to con un test di gra­vi­d­an­za. Poi­ché ques­to cam­bia­men­to ormo­na­le avvie­ne tra le 24 e le 36 ore pri­ma del­l’o­vu­la­zio­ne, un valo­re LH cre­scen­te mos­tra l’ap­proc­cio dei vos­tri gior­ni fer­ti­li.

Un ter­zo meto­do è l’os­ser­va­zio­ne del muco cer­vi­ca­le e la pal­pa­zio­ne del­la cer­vice. Il muco cer­vi­ca­le è una sec­re­zio­ne for­ma­ta da ghi­an­do­le del­la cer­vice che cam­bia con­sis­ten­za duran­te il ciclo. Ciò con­sen­te di trar­re con­clu­sio­ni sul­la ris­pet­ti­va fase del ciclo. Ad esem­pio, poco pri­ma del­l’o­vu­la­zio­ne è più vetro­so, più tras­pa­ren­te e meno vis­co­so. Ques­to aiu­ta gli sper­ma­to­zoi ad ent­ra­re nel­l’u­te­ro più velo­ce­men­te e più facilm­en­te.

Non è raro che le cop­pie abbia­no biso­g­no fino a un anno di ten­ta­ti­vi

Rima­ne­re incin­ta non è così faci­le. Uno stu­dio mos­tra che tra tut­te le don­ne in Ger­ma­nia che cono­sco­no il loro ciclo e vogli­o­no rima­ne­re incin­te, solo la metà cir­ca ci rie­sce duran­te i pri­mi 3 mesi. Dopo 6 mesi cir­ca il 65% del­le cop­pie ha rag­gi­un­to l’obiettivo e dopo un anno cir­ca l’80%. Per le cop­pie che pro­va­no per 2 anni, il tas­so sale all’89% [4].

La pro­ba­bi­li­tà di gra­vi­d­an­za dipen­de in lar­ga misura anche dal­l’e­tà del­la don­na. Come rego­la gene­ra­le, le don­ne più gio­va­ni riman­go­no incin­te più velo­ce­men­te del­le don­ne più anzia­ne per­ché la produ­zio­ne ormo­na­le e le riser­ve di uova dimi­nuis­co­no con l’e­tà. A secon­da del­l’e­tà, può quin­di esse­re del tut­to nor­ma­le che il con­ce­pi­men­to richie­da fino a un anno. Tut­ta­via, se ave­te pro­va­to sen­za suc­ces­so per più di un anno, è con­siglia­bi­le con­sul­t­a­re un med­i­co.

» Agno­cas­to: come il “pepe dei mona­ci” può favo­r­i­re la fer­ti­li­tà

Come aiuti­amo

In Fer­til­ly, abbia­mo deci­so di sos­tene­re le cop­pie (omo­ses­sua­li ed ete­ro­ses­sua­li) e i sin­gle nel loro per­cor­so per sod­dis­fa­re il loro desi­de­rio di ave­re fig­li. Per noi è importan­te crea­re tras­pa­ren­za nel­l’area del­le offer­te sul tema del­la fer­ti­li­tà, tras­met­te­re infor­ma­zio­ni e cono­s­cen­ze sui temi del­la gra­vi­d­an­za e del­la fer­ti­li­tà e aiut­a­re te e te a tro­va­re la cli­ni­ca del­la fer­ti­li­tà più adat­ta. Gra­zie alla col­la­bo­ra­zio­ne con cen­tri di fer­ti­li­tà di pri­m’or­di­ne in Ger­ma­nia e all’es­te­ro, le doman­de su Fer­til­ly rice­vo­no un trat­ta­men­to pre­fe­ren­zia­le. In ques­to modo i nos­tri pazi­en­ti evi­ta­no i tem­pi di attesa soli­tamen­te lunghi e rag­gi­ungo­no più velo­ce­men­te la loro desti­na­zio­ne.

Se desi­de­ri saper­ne di più su cli­ni­che, tas­si di suc­ces­so e prez­zi, ti preghia­mo di con­tatt­ar­ci uti­liz­zan­do ques­to ques­tio­na­rio. Ti con­sigli­a­mo gra­tui­tamen­te e sen­za impeg­no.

Il nos­tro pro­ces­so

  • Ris­pon­di alle prime doman­de nel form online per pre­no­ta­re un app­un­ta­men­to. In ques­to modo pos­sia­mo ris­pon­de­re meglio alle tue esi­gen­ze in con­ver­sa­zio­ne.

  • Tro­ver­emo il migli­or refe­ren­te per il tuo caso spe­ci­fi­co. Con­ce­di 20 minu­ti per la con­sul­ta­zio­ne.

  • Ti pre­sen­te­remo il cen­tro di fer­ti­li­tà che fa per te dal­la nos­tra rete, pren­de­re­mo un app­un­ta­men­to e ti accom­pa­gne­remo fino a quan­do non avrai esau­di­to il tuo desi­de­rio di ave­re fig­li.

Par­la con noi

Fon­ti:

1. Crei­nin, Kever­line & Meyn. How regu­lar is regu­lar? An ana­ly­sis of mens­tru­al cycle regu­la­ri­ty. Con­tracep­ti­on (2004) 70:289–92
2. Colom­bo & Masa­rot­to. Dai­ly Fecunda­bi­li­ty: First Results from a New Data Base. Demo­gra­phic Rese­arch (2000)
3. John­son SR., et al. Human Repro­duc­tion (2011) 26: i236.
4. Juul, Karm­aus & Olsen. Regio­nal dif­fe­ren­ces in wai­t­ing time to pregnan­cy: pregnan­cy-based sur­veys from Den­mark, Fran­ce, Ger­ma­ny, Ita­ly and Swe­den. Human Repro­duc­tion (1999), 14: 1250–1254