Ali­ce Tri­pe­pi

PCOS: la Sin­dro­me da Ovaio Poli­cisti­co

PCOS: Sin­to­mi tipi­ci

La PCOS si mani­fes­ta in modo diver­so da don­na a don­na. Ciò impo­ne che anche la ter­a­pia sia adat­ta­ta indi­vi­dualm­en­te da caso a caso.

I sin­to­mi più comu­ni del­la sin­dro­me del­l’o­vaio poli­cisti­co sono:

  • mes­tru­a­zio­ni irre­go­la­ri
  • aum­en­to dei peli del cor­po
  • per­d­i­ta di capel­li
  • pel­le gras­sa e acne
  • aum­en­to di peso inde­s­i­de­ra­to
  • resis­ten­za all’in­su­li­na e quin­di un aum­en­to del rischio di dia­be­te di tipo 2
  • dolo­ri addo­mi­na­li
  • pres­sio­ne alta
  • cis­ti ova­ri­che
  • ormo­ne anti­mul­le­ria­no ele­va­to

Le don­ne che sof­fro­no di PCOS e di ciclo irre­go­la­re ad esso asso­cia­to han­no di soli­to dif­fi­col­tà a sod­dis­fa­re il loro desi­de­rio di div­en­ta­re mam­me.

Ques­ta malat­tia è un comp­les­so di sin­to­mi: se ne mani­fest­a­no diver­si, ma non tut­ti appai­o­no con­tem­pora­nea­men­te. Per ques­to motivo, in alcu­ni casi ci vogli­o­no diver­si anni pri­ma che la sin­dro­me PCO ven­ga cor­ret­tamen­te dia­gnosti­ca­ta.

PCOS: Dia­gno­si

La sin­dro­me del­l’o­vaio poli­cisti­co è un dis­tur­bo ormo­na­le comp­les­so che vie­ne con­fer­ma­to solo dopo aver esclu­so alt­re malat­tie. Per poter dare un giudi­zio esat­to, il med­i­co curan­te deve pri­ma di tut­to cono­s­ce­re l’in­te­ro deco­r­so del­la malat­tia del pazi­en­te.

Ques­to inclu­de:

  • doman­de su malat­tie pre­ce­den­ti, ciclo e ana­mne­si fami­lia­re
  • esa­mi fisi­ci come ana­li­si del capel­lo, la pres­sio­ne san­gu­i­gna, l’e­sa­me del­la pel­le, l’IMC e i model­li di dis­tri­bu­zio­ne del gras­so
  • test di tol­ler­an­za al glu­co­sio
  • esa­me del­la fun­zio­ne tiro­ida­le

Per faci­li­t­a­re la dia­gno­si, sono sta­ti defi­niti tre sin­to­mi princi­pa­li, i cosid­detti cri­te­ri di Rot­ter­dam. Quan­do si veri­fi­ca­no due del­le seguen­ti carat­te­ris­ti­che, si può parl­a­re di sin­dro­me ova­ri­ca poli­cisti­ca:

Dis­tur­bi del ciclo e man­can­za di ovu­la­zio­ne

  • il ciclo dura più di 35 gior­ni per alme­no 3 mesi all’an­no (oli­go­menor­rea)
    oppu­re
  • il san­gui­na­men­to mes­trua­le si fer­ma per più di 3 mesi all’an­no (amenor­rea)

Aum­en­to del valo­re degli ormo­ni ses­sua­li maschi­li

  • Di con­se­guen­za, è noto l’aum­en­to dei peli del cor­po, la per­d­i­ta di capel­li (cal­vi­zia) e/o l’ac­ne.
  • I diver­si valo­ri ormo­na­li del­la don­na ven­go­no esami­na­ti pre­le­van­do un cam­pio­ne di san­gue. Tra le alt­re cose, ven­go­no con­trolla­ti est­ro­ge­ni, andro­ge­ni, LH, FSH, il rap­por­to LH/FSH e TSH.

Cis­ti ova­ri­che — le cosid­det­te ovaie poli­cisti­che          

Si trat­ta di pic­co­le vesci­co­le riem­pi­te di flu­i­do che si pre­sen­ta­no con­tem­pora­nea­men­te in ent­ram­be le ovaie. Anche se ques­ta carat­te­ris­ti­ca dà il nome alla malat­tia, essa si veri­fi­ca solo nel 78% di tut­te le dia­gno­si di PCOS. Ques­to sin­to­mo vie­ne esami­na­to medi­an­te un’e­co­gra­fia trans­va­gi­na­le. È abbast­an­za faci­le per gli spe­cia­lis­ti rico­no­s­cer­lo, poi­ché le ovaie del­le per­so­ne affet­te da PCOS si dif­fe­ren­zia­no ester­na­men­te da quel­le di una don­na sana.

 

PCOS: Cau­se

Anche se la malat­tia è sta­ta descrit­ta per la pri­ma vol­ta nel 1721, le cau­se esat­te del­la sin­dro­me PCO non sono anco­ra oggi note. Sono sta­te inve­ce iden­ti­fi­ca­te le con­nessio­ni indi­vi­dua­li tra la malat­tia, i fat­to­ri gene­ti­ci e le influ­en­ze ambi­en­ta­li. Da un lato, si sos­ti­ene che la PCOS è gene­ti­ca­men­te eredi­ta­ria. Alcu­ni stu­di han­no dimostra­to che in alcu­ne fami­glie, diver­si mem­bri del­la famiglia (ad esem­pio la madre o la sorel­la del­la per­so­na col­pi­ta) sof­fro­no di ques­to dis­tur­bo ormo­na­le. Tut­ta­via, anche i mem­bri maschi­li del­la famiglia posso­no mostra­re seg­ni simi­li alla PCOS: per esem­pio, la cal­vi­zie pre­coce è uno di ques­ti. Ad oggi, tut­ta­via, non è sta­to iden­ti­fi­ca­to alcun gene PCOS. La resis­ten­za all’in­su­li­na ris­cont­ra­ta nel 71% dei casi è for­te­men­te cor­re­la­ta allo squi­li­brio ormo­na­le del­la per­so­na col­pi­ta:

  • aum­en­to del­la con­cen­tra­zio­ne di ormo­ni ses­sua­li maschi­li (andro­ge­ni);
  • ne risul­ta un aum­en­to del­la pro­du­zio­ne di ormo­ni ses­sua­li femmi­ni­li (est­ro­ge­ni)
  • aum­en­to del­la sec­re­zio­ne del­l’or­mo­ne LH, che, insie­me all’or­mo­ne fol­li­co­lo-sti­mo­l­an­te FSH è responsa­bi­le del­la fun­zio­ne ova­ri­ca

Da un lato, il rap­por­to sbal­la­to di ent­ram­bi gli ormo­ni por­ta ad una matu­ra­zio­ne fol­li­co­la­re dis­tur­ba­ta e quin­di a pro­ble­mi di ovu­la­zio­ne. D’al­tra par­te, l’aum­en­to del rila­scio di LH spin­ge nuo­va­men­te l’aum­en­to dei livel­li ormo­na­li nel­le ovaie. Ma anche le influ­en­ze ester­ne gio­ca­no un ruo­lo importan­te nel­lo svi­lup­po del­la sin­dro­me PCO. Il livel­lo di assun­zio­ne di calo­rie e la giu­s­ta com­po­si­zio­ne del cibo gio­ca­no un ruo­lo importan­te. Inolt­re, l’i­n­at­ti­vi­tà fisi­ca e l’o­be­si­tà posso­no peg­giora­re i sin­to­mi del­la malat­tia.

PCOS: Ter­a­pia

Anche se una cura asso­lu­ta per la sin­dro­me di PCO non è anco­ra pos­si­bi­le, ci sono diver­si modi per alle­vi­a­re i sin­to­mi. Qui, tut­ta­via, ogni don­na deve esse­re con­si­de­ra­ta indi­vi­dualm­en­te, così come la ris­pet­ti­va inten­si­tà dei sin­to­mi che si veri­fi­ca­no.

Ridu­zio­ne del sov­rap­pe­so

La ridu­zio­ne del peso è la pri­ma cosa su cui le don­ne con sov­rap­pe­so e sin­dro­me PCO dov­reb­be­ro con­cen­trar­si. Un ade­gua­to eser­ci­zio fisi­co e l’eli­mi­na­zio­ne di cibi ric­chi di gras­si e zuc­che­ri dal­la pro­pria die­ta aiuta­no enor­me­men­te. Il con­ten­uto di car­bo­id­ra­ti non dov­reb­be super­a­re il 40 % nel­le don­ne resis­ten­ti all’in­su­li­na. Ques­to (gran­de) pas­so, da solo, può port­a­re ad un ciclo più rego­la­re con ovu­la­zio­ne — mol­to incen­tiv­an­te per i pazi­en­ti con un desi­de­rio ins­od­disfat­to di gra­vi­d­an­za. Inolt­re, anche il rischio di dia­be­te di tipo 2 e di malat­tie car­dio­vas­co­la­ri è ridot­to dal­la per­d­i­ta di peso.

Far­maci e trat­ta­men­to ormo­na­le

La ter­a­pia con­trac­cet­ti­va ora­le, nota anche come pil­l­o­la con­trac­cet­ti­va, vie­ne uti­liz­za­ta per com­bat­te­re le carat­te­ris­ti­che cli­ni­che ester­ne. Ridu­ce la quan­ti­tà di ormo­ni maschi­li nel san­gue, sta­bi­liz­za il ciclo e chia­ris­ce le con­di­zio­ni del­la pel­le del­la don­na. Ques­to può con­trasta­re l’ec­ces­si­va com­par­sa di peli e l’ac­ne. La met­formi­na vie­ne pre­scrit­ta per ridur­re i livel­li di zuc­che­ro nel san­gue e migliora­re il meta­bo­lis­mo: un far­ma­co usa­to per il trat­ta­men­to del dia­be­te. Di con­se­guen­za, la resis­ten­za all’in­su­li­na vie­ne com­bat­tu­ta e vie­ne pro­mos­so l’ab­bassa­men­to degli ormo­ni maschi­li nel san­gue. L’o­bi­et­tivo è quel­lo di rag­gi­unge­re un ciclo mes­trua­le sta­bi­le. Ques­to approc­cio ter­a­peu­ti­co è rile­van­te per i pazi­en­ti PCOS con il desi­de­rio di ave­re fig­li. Se una gra­vi­d­an­za è l’o­bi­et­tivo princi­pa­le del trat­ta­men­to, si può som­mi­nis­tra­re anche l’an­tie­stro­ge­no clo­mid. Ques­to far­ma­co vie­ne uti­liz­za­to per sti­mo­la­re l’o­vu­la­zio­ne e quin­di aumen­ta le pos­si­bi­li­tà di gra­vi­d­an­za per la don­na. Il trat­ta­men­to con clo­mid può esse­re effet­tua­to per un mas­si­mo di sei cicli ed even­tu­alm­en­te sosti­tui­to, se necessa­rio, da un pre­pa­ra­to medi­ci­na­le FSH. I rischi noti di ques­to far­ma­co a base di erbe includo­no gra­vi­d­an­ze mul­ti­ple e sov­ra­s­ti­mo­la­zio­ne ormo­na­le. Per pre­ve­ni­re ulte­rio­ri pro­ble­mi di salu­te, ognu­na di ques­te ter­a­pie PCOS può esse­re ese­gui­ta solo sot­to stret­to con­trol­lo med­i­co!

Inse­mi­na­zio­ne arti­fi­cia­le

Nel caso del­la sin­dro­me del­l’o­vaio poli­cisti­co, la gra­vi­d­an­za medi­an­te inse­mi­na­zio­ne arti­fi­cia­le vie­ne pro­mos­sa solo quan­do i meto­di ormo­na­li han­no fal­li­to.

Chir­ur­gia ova­ri­ca

Se la sti­mo­la­zio­ne con clo­mid non fun­zio­na e il desi­de­rio di gra­vi­d­an­za rima­ne ins­od­disfat­to, una don­na con la sin­dro­me PCO può esse­re aiuta­ta con la pun­tu­ra ova­ri­ca. Si trat­ta di una pro­ce­du­ra chir­ur­gi­ca in cui ven­go­no effet­tua­te diver­se pic­co­le pun­ture nel­le ovaie con un ago spe­cia­le.

Vant­ag­gi del­la pro­ce­du­ra

  • ridot­to tas­so di gra­vi­d­an­ze mul­ti­ple
  • ridot­to rischio di sin­dro­me da iper­s­ti­mo­la­zio­ne
  • Mag­gio­re pro­ba­bi­li­tà di gra­vi­d­an­za: ent­ro uno o due anni dal trat­ta­men­to: il 50–70%delle pazi­en­ti con sin­dro­me PCO rima­ne incin­ta (Ott J., Kurz C., 2015)

Svant­ag­gi del­la pro­ce­du­ra

  • Come ogni pro­ce­du­ra chir­ur­gi­ca in anes­tes­ia gene­ra­le, anche la pun­tu­ra ova­ri­ca può port­a­re a complicazioni‍

PCOS: Stress emo­tivo

La sin­dro­me del­l’o­vaio poli­cisti­co non è solo un pro­ble­ma di salu­te. L’ins­od­dis­fa­zio­ne per l’as­pet­to este­rio­re o il desi­de­rio ins­od­disfat­to di un bam­bi­no può esse­re emo­tiva­men­te mol­to stres­san­te. Ciò può limit­a­re gra­ve­men­te la qua­li­tà del­la vita del­la don­na col­pi­ta e ave­re con­se­guen­ze psi­co­lo­gi­che. Per una miglio­re ges­tio­ne degli aspet­ti emo­ti­vi e psi­co­lo­gi­ci di ques­ta malat­tia una visi­ta da uno psi­coter­a­peu­ta può esse­re mol­to uti­le e anche libe­ra­to­ria.

Per sape­re di più sul­la con­nessio­ne tra fer­ti­li­tà e fat­to­ri psi­co­lo­gi­ci, clic­ca­te qui.

Come aiuti­amo

In Fer­til­ly, abbia­mo deci­so di sos­tene­re le cop­pie (omo­ses­sua­li ed ete­ro­ses­sua­li) e i sin­gle nel loro per­cor­so per sod­dis­fa­re il loro desi­de­rio di ave­re fig­li. Per noi è importan­te crea­re tras­pa­ren­za nel­l’area del­le offer­te sul tema del­la fer­ti­li­tà, tras­met­te­re infor­ma­zio­ni e cono­s­cen­ze sui temi del­la gra­vi­d­an­za e del­la fer­ti­li­tà e aiut­a­re te e te a tro­va­re la cli­ni­ca del­la fer­ti­li­tà più adat­ta. Gra­zie alla col­la­bo­ra­zio­ne con cen­tri di fer­ti­li­tà di pri­m’or­di­ne in Ger­ma­nia e all’es­te­ro, le doman­de su Fer­til­ly rice­vo­no un trat­ta­men­to pre­fe­ren­zia­le. In ques­to modo i nos­tri pazi­en­ti evi­ta­no i tem­pi di attesa soli­tamen­te lunghi e rag­gi­ungo­no più velo­ce­men­te la loro desti­na­zio­ne.

Se desi­de­ri saper­ne di più su cli­ni­che, tas­si di suc­ces­so e prez­zi, ti preghia­mo di con­tatt­ar­ci uti­liz­zan­do ques­to ques­tio­na­rio. Ti con­sigli­a­mo gra­tui­tamen­te e sen­za impeg­no.

Il nos­tro pro­ces­so

  • Ris­pon­di alle prime doman­de nel form online per pre­no­ta­re un app­un­ta­men­to. In ques­to modo pos­sia­mo ris­pon­de­re meglio alle tue esi­gen­ze in con­ver­sa­zio­ne.

  • Tro­ver­emo il migli­or refe­ren­te per il tuo caso spe­ci­fi­co. Con­ce­di 20 minu­ti per la con­sul­ta­zio­ne.

  • Ti pre­sen­te­remo il cen­tro di fer­ti­li­tà che fa per te dal­la nos­tra rete, pren­de­re­mo un app­un­ta­men­to e ti accom­pa­gne­remo fino a quan­do non avrai esau­di­to il tuo desi­de­rio di ave­re fig­li.

Par­la con noi

Fon­ti:

1. Shirin­pour, Z., Gha­de­ri­an, B., Rashi­di, H., Alea­li, A.M. and Paya­mi, P.S. (2014) Effect of Bro­mocrip­ti­ne­on Insu­lin Resis­tance in Pati­ents with PCO. Open Jour­nal of Endocri­ne and Meta­bo­lic Dise­a­ses, 4, 253–257
2. The Rot­ter­dam ESHRE/ASRM-spon­so­red con­sen­sus work­shop group. Revi­sed 2003 con­sen­sus on dia­gnostic cri­te­ria and long-term health risks rela­ted to poly­cystic ova­ry syn­dro­me (PCOS). Hum. Reprod. 2004; 19: 41–7. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/14711538
3. Ott J, Kurz C. Die Ova­ri­al­sti­che­lung bei PCO-Syn­drom. Spe­cu­lum — Zeit­schrift für Gynä­ko­lo­gie und Geburts­hil­fe 2015; 33 (3). (Aus­ga­be für Öster­reich), 17–19.