Pro­ce­dura

Come fun­ziona l’in­se­mi­na­zione ar­ti­fi­ciale?

Tr­at­ta­mento or­mo­nale (du­rata: circa 9–11 giorni)

Du­rante un ciclo mes­truale na­tu­rale, nel corpo femmi­nile viene so­li­tamente pro­dotto un sin­golo uovo, che può es­sere fecon­dato dallo sperma ma­schile dopo l’o­vu­la­zione.

Tut­tavia, per au­men­tare la pro­ba­bi­lità di gra­vi­d­anza con la fecon­da­zione in vitro, la donna deve spesso sot­to­porsi a ter­apia or­mo­nale. As­su­mendo de­ter­mi­nati or­moni, viene prima sti­mo­lata la ma­tu­ra­zione di di­versi ovo­citi e poi, circa nove-un­dici giorni dopo l’i­nizio della sti­mo­la­zione, viene av­viata l’o­vu­la­zione (o ovu­la­zione).

Pun­tura

Nella fase suc­ces­siva, le cel­lule uovo fer­ti­liz­za­bili ven­gono ri­mosse con l’aiuto di un ago sot­tile (pun­tura). Per evi­tare pos­si­bili do­lori e ri­schi, la donna viene spesso posta sotto un breve an­e­ste­tico o in un sonno cre­pus­co­lare. Un ef­fetto col­la­te­rale che può ve­ri­fi­carsi è il fa­cile san­gui­na­mento. Ma niente pa­nico, è del tutto nor­male!

Fecon­da­zione in la­bo­ra­torio

In questa fase av­viene la fecon­da­zione vera e pro­pria. Come ac­cen­nato in pre­ce­denza, il pro­cesso è di­verso per ent­rambi i me­todi e di­pende dalla qua­lità dello sperma quale me­todo è il migliore per la co­ppia.

Fecon­da­zione IVF

Dopo la pun­tura, gli ovo­citi femmi­nili ven­gono posti con lo sperma ma­schile in una pro­vetta, dove nel migliore dei casi possono ri­tro­varsi in­di­pen­den­te­mente. Da qui il ter­mine “fer­ti­liz­za­zione in pro­vetta”.

L’ef­fet­tivo pro­cesso di fecon­da­zione av­viene quindi come nel corpo del partner [2]. Le pos­si­bi­lità di gra­vi­d­anza dopo la fecon­da­zione in vitro sono di circa il 15–20% per ciclo di tr­at­ta­mento.

Fecon­da­zione in ICSI

Il me­todo ICSI offre una migliore pos­si­bi­lità di avere un figlio pro­prio per tutte le co­ppie i cui ma­riti sof­frono di un dis­turbo della fer­ti­lità. Questo me­todo è il migliore quando…

ci sono sper­ma­tozoi in­suf­fi­ci­enti nel­l’ei­acu­lato del­l’uomo
gli sper­ma­tozoi sono troppo im­mo­bili ed è im­pro­ba­bile che rie­scano a rag­gi­ungere l’uovo da soli.

In questo caso, il medico uti­lizza una mi­cro­pi­petta per ini­et­tare sin­goli sper­ma­tozoi negli ovo­citi femmi­nili ot­te­nuti. La fecon­da­zione av­viene sotto un ap­po­sito mi­cro­scopio e può quindi es­sere ri­go­ro­sa­mente con­trollata. Se il pro­cesso ha suc­cesso, gli ovo­citi fecon­dati possono es­sere tras­fe­riti nel corpo della donna tra due e sei giorni dopo la pun­tura.

 

Pos­si­bi­lità di suc­cesso

Quali sono le pos­si­bi­lità di suc­cesso?

Questo è pro­ba­bilm­ente il pro­blema più im­portante che preoc­cupa molte per­sone che sono in­cons­ape­volm­ente senza figli. Se­condo il Centro fe­derale per l’e­du­ca­zione sa­ni­taria, il tasso di na­ta­lità per FIV e ICSI è di circa il 15–20% per ciclo di tr­at­ta­mento. In tutta la Ger­mania, il 20,3% di tutta la fecon­da­zione in vitro e il 19,5% di tutti gli in­ter­venti ICSI si sono con­clusi con na­s­cite di suc­cesso nel 2016. Dopo un crio­tras­fe­ri­mento (tras­fe­ri­mento del­l’o­vulo fecon­dato con­ge­lato o dello sperma con­ge­lato) è an­cora pos­si­bile avere un pro­prio figlio, ma la pro­ba­bi­lità scende al 17,7%.

» Puoi saperne di più sul crio­tras­fe­ri­mento e il so­cial con­gelamento qui.

Tut­tavia, si do­v­rebbe te­nere pre­sente che i va­lori di cui sopra sono in­tesi solo come guida e va­riano da si­tua­zione a si­tua­zione. Tra l’altro, l’età della donna è de­ter­mi­nante per il suc­cesso dei due tr­at­ta­menti. La pro­ba­bi­lità di gra­vi­d­anza fino a 30 anni è su­pe­riore al 40% per tras­fe­ri­mento di em­br­ioni, mentre dal­l’età di 43 anni è solo del 15%.

Ed ecco un­’altra sta­tis­tica utile: poiché il tr­at­ta­mento della fer­ti­lità è so­li­tamente as­so­ciato a un ele­vato onere emo­tivo e fi­nan­ziario, molti pa­zi­enti ab­ban­donano pre­ma­tura­mente. Tut­tavia, gli ul­timi studi danno spe­r­anza! Se­condo il re­gi­stro te­desco della fecon­da­zione in vitro, la pro­ba­bi­lità di gra­vi­d­anza au­menta dopo di­versi cicli di tr­at­ta­mento. È del 30% dopo un ten­ta­tivo, del 61% dopo il terzo e au­menta al 79% dopo il quarto ciclo di tras­fe­ri­mento.

Costi

Quanto costa una FIV/ICSI?

I costi del tr­at­ta­mento della fer­ti­lità sono ele­vati e possono ar­ri­vare fino a € 4.000 per IVF e fino a € 5.000 per ciclo di tr­at­ta­mento ICSI. E se con­si­deri che molte co­ppie hanno bi­sogno di più ten­ta­tivi con­tem­pora­nea­mente, de­vono sca­vare a fondo nelle loro ta­sche. Ma se vivi in ​​Ger­mania e sei le­galm­ente as­si­cu­rato, con­di­vidi i costi con la tua com­pa­gnia di as­si­cu­ra­zione sa­ni­taria al 50% e per un mas­simo di tre ten­ta­tivi di tr­at­ta­mento IVF o ICSI.

Tut­tavia, le as­si­cu­ra­zioni sa­ni­tarie obb­li­ga­torie par­te­ci­pano solo a de­ter­mi­nate con­di­zioni. Questi sono:

L’in­se­mi­na­zione ar­ti­fi­ciale deve es­sere ne­cessaria e ve­ri­fi­ca­bile dal punto di vista medico.
La co­ppia deve es­sere spo­sata.

Possono es­sere uti­liz­zati solo sperma e ovo­citi di ent­rambi i co­niugi.

L’età dei partner deve es­sere com­presa tra i 25 ei 40 anni per la donna e tra i 25 ei 50 anni per l’uomo.

Le com­pa­gnie di as­si­cu­ra­zione sa­ni­taria pri­vate hanno con­di­zioni di­verse e do­v­reb­bero es­sere chia­rite in­di­vi­dualm­ente.

Ri­schi

Quali sono i ri­schi?

Come con qual­siasi in­ter­vento medico, il tr­at­ta­mento della fer­ti­lità può portare a com­pli­ca­zioni fi­siche ed emo­tive. Per­t­anto, il primo passo do­v­rebbe sempre con­sis­tere in una con­su­lenza det­ta­gliata e nel va­lutare tutti i vant­aggi e gli svant­aggi.

Ri­schi della ter­apia or­mo­nale

La ter­apia or­mo­nale può es­sere stres­sante sia men­talm­ente che fi­si­ca­mente. In al­cuni casi può ve­ri­fi­carsi la co­sid­detta iper­s­ti­mo­la­zione, in cui le ovaie “re­agis­cono in modo ec­ces­sivo” al tr­at­ta­mento, div­en­tano grandi e pro­du­cono troppi or­moni. Può anche portare a ri­ten­zione id­rica nella zona ad­do­mi­nale ed es­sere ac­com­pa­gnata da sin­dromi come nausea, man­canza di re­spiro e ten­sione.

Gra­vi­d­anze mul­tiple

Il tras­fe­ri­mento di più em­br­ioni in FIV e ICSI può anche portare a gra­vi­d­anze mul­tiple e può es­sere più dan­noso per la sa­lute della donna. Se­condo il re­gi­stro te­desco della fecon­da­zione in vitro, la pro­ba­bi­lità di portare a ter­mine due ge­melli è del 21,1% e dello 0,5% per una gra­vi­d­anza tripla. Per­t­anto, la Ger­mania è ben al di sopra degli altri paesi eu­ropei.

Fa­tica

Gli oneri psi­co­lo­gici e fi­nan­ziari sono anche altri as­petti im­port­anti che non do­v­reb­bero as­so­lutamente es­sere tras­cu­rati.

L’embrione si im­pianta? Come sta an­dando la gra­vi­d­anza? C’è il ri­schio di ab­orto spon­taneo? L’in­cer­tezza dopo il tras­fe­ri­mento dell’embrione può com­pren­si­bilm­ente met­tere a dura prova la co­ppia e causare un vero e pro­prio ot­to­vo­lante emo­tivo. Non c’è da stu­pirsi, perché spesso tutte le spe­r­anze sono ri­poste sul tr­at­ta­mento!

Inoltre, lo stile di vita, la rou­tine quo­ti­diana e per­sino la vita ses­suale de­vono es­sere drasti­ca­mente mo­di­fi­cati e ad­at­tati al piano di tr­at­ta­mento.

Per al­le­viare questa fase sner­vante può avere senso ri­cor­rere ad un aiuto pro­fes­sio­nale e farsi ac­com­pa­gnare dal tr­at­ta­mento da uno psi­co­logo.

Con­clu­sione

Som­mario

In sin­tesi: la de­cisione a fa­vore o contro l’in­se­mi­na­zione ar­ti­fi­ciale è come una bi­lancia. Su una ta­vola ci sono in­cer­tezze e sfide che possono sor­gere: costi, sa­lute ed oneri emo­tivi. Dal­l’altra parte c’è il de­si­derio di un figlio tutto suo. Quale dei lati pre­do­mina è molto in­di­vi­duale e di­pende in­tera­mente dalle pos­si­bi­lità dei po­ten­ziali ge­ni­tori.

È im­portante no­tare che un tale passo che cambia la vita non do­v­rebbe es­sere gui­dato solo dalle emo­zioni. For­tu­na­ta­mente, vi­viamo in un­’­epoca in cui, con l’aiuto di dati e test me­dici, pos­siamo pren­dere una de­cisione in­for­mata.

Pren­diti il ​​tempo ne­cessario per tro­vare uno spe­cia­lista su cui puoi fare af­fi­da­mento. Un buon medico sarà al tuo fi­anco con tutte le in­for­ma­zioni pos­si­bili e ti ac­com­pa­gnerà in questa fase cru­ciale della vita. La­vo­r­iamo con le migliori cli­niche in Eu­ropa e siamo fe­lici di con­sigliarvi!

 

Qui puoi scoprire di più sulle pos­si­bi­lità di in­se­mi­na­zione ar­ti­fi­ciale in Ger­mania, Re­pub­blica Ceca o Spagna.